Scarica il comunicato






Gallery fotografica


Torneo
intercollegiale
2020




orari di apertura
Sede di Pavia
Ufficio di Vigevano


Login

« » page 2/2, result 11-19, 1–10 11–19


5x1000

(inserito il 03 Aprile 2019)

Soggetti destinatari del contributo


L’articolo 1, comma 154, della legge 3 dicembre 2014, n. 190 (Legge di stabilità 2015 - pdf) ha previsto, per l’esercizio finanziario 2015 e successivi, la possibilità per i contribuenti di destinare una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a sostegno delle stesse categorie di soggetti beneficiarie del contributo per l’esercizio finanziario 2010.

Per l’anno finanziario 2019, il 5 per mille è pertanto destinato, nel dettaglio, a sostegno delle seguenti finalità:

  1. sostegno degli enti del volontariato:
    • organizzazioni di volontariato di cui alla legge n. 266 del 1991
    • Onlus - Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (articolo10 del Dlgs 460/1997)
    • cooperative sociali e i consorzi di cooperative sociali di cui alla legge n. 381 del 1991
    • organizzazioni non governative già riconosciute idonee ai sensi della legge n. 49 del 1987 alla data del 29 agosto 2014 e iscritte all’Anagrafe unica delle ONLUS su istanza delle stesse (art. 32, comma 7 della Legge n. 125 del 2014)
    • enti ecclesiastici delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti accordi e intese, Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. n. 460 del 1997
    • associazioni di promozione sociale le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’Interno, Onlus parziali ai sensi del comma 9 dell’art. 10 del D. Lgs. n. 460 del 1997
    • associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali (articolo 7 della legge 383/2000)
    • associazioni e fondazioni di diritto privato che operano nei settori indicati dall’articolo10, comma 1, lettera a) del Dlgs 460/1997
  2. finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell’università
  3. finanziamento agli enti della ricerca sanitaria
  4. sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente
  5. sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Coni a norma di legge che svolgono una rilevante attività di interesse sociale.

Inoltre, tra le finalità alle quali può essere destinata, a scelta del contribuente, una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche sono inserite:

  • il finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici (articolo 23, comma 46, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni dalla legge 15 luglio 2011, n. 111). Con il DPCM 28 luglio 2016 - pdf sono state stabilite le modalità di richiesta, le liste dei soggetti ammessi al riparto e le modalità di riparto delle somme
  • il sostegno agli enti gestori delle aree protette (articolo 17-ter del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito, con modificazioni dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172).

Gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche trasmettono telematicamente la domanda di iscrizione al 5 per mille all’Agenzia delle entrate. Gli enti del volontariato inviano la dichiarazione sostitutiva alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente, mentre le associazioni sportive dilettantistiche inviano la dichiarazione sostitutiva all’Ufficio del Coni nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’associazione interessata.

  • La procedura di iscrizione per gli enti del volontariato e per le associazioni sportive dilettantistiche è attivata a partire dal 3 aprile 2019.

Per le altre categorie le domande di iscrizione e le eventuali integrazioni documentali per il contributo del 5 per mille sono gestite dalle competenti amministrazioni (Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Ministero della Salute, Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare).



Nessuna gara si disputa senza la qualifica DAE

(inserito il 17 Gennaio 2019)

Su sollecitazione dell’organismo deputato alla pubblica salute, siamo stati sollecitati a porre attenzione al corretto uso del defibrillatore da parte di persone la cui formazione non è rispettosa delle norme di legge. Per questo motivo ci sentiamo in dovere di rappresentare ai Presidente delle società sportive della grave responsabilità a cui incorrono per aver tesserato ed impiegato sui terreni di gioco, persone con l’abilitazione non più valida. L’ufficio legislativo del Ministero della Salute, in materia scrive: “ ... il soggetto laico per impiegare il defibrillatore deve aggiornarsi periodicamente perché ci possono essere delle innovazioni nelle manovre da effettuare, e, per tale finalità, la scadenza temporale di due anni è adeguata”. Nella stessa comunicazione si scrive ancora: “In base alle superiori considerazioni, si chiarisce che l’attività retraing ogni due anni è da considerarsi obbligatoria”. Alla luce di questa situazione, diventa URGENTE ed OBBLIGATORIO che ogni società provveda al rinnovo della qualifica del proprio tesserato se, la stessa qualifica, è stata acquisita due anni orsono. Rimaniamo a disposizione per raccogliere, attraverso la modulistica presente sul sito (nella sezione Modulistica Calcio Open Pavia/Vigevano/Calcio Giovanile, Pallavolo), le iscrizioni per quanti vogliono rinnovare la qualifica.

 



Infortuni

(inserito il 14 Dicembre 2018)

Pervengono numerosi quesiti in ordine alle procedure da seguire per gli infortuni. Nonostante tutte le comunicazioni scritte sul Pavia Notizie e verbalmente effettuate nei vari incontri, permane ancora la non conoscenza delle procedure da seguire. Nell’interesse generale, ricordiamo quanto segue:

- ogni tesserato CSI è coperto da assicurazione con polizza intestata a Unipol Sai

- le procedure da seguire sono correttamente riportate sul sito www.csi-net.it nella sezione “Tesseramento, affiliazione, assicurazione”

- per tutte le esigenze di chiarimento è attivo il numero di assistenza: 02/48538043

- per ogni infortunio l’interessato e/o la società sportiva di appartenenza deve richiedere per iscritto, e con massima tempestività alla segreteria CSI, l’emissione della tessera plastificata che va obbligatoriamente unita alla denuncia di infortunio da inviare alla compagnia Unipol Sai.



Defibrillatore: conferma qualifica

(inserito il 22 Novembre 2018)

L’ordinamento legislativo vigente prevede che il titolo di Addetto al DAE debba essere confermato ogni due anni. Il CSI di Pavia propone un corso di aggiornamento che sarà svolto da personale qualificato della Croce Rossa di Pavia per sabato 12 gennaio 2019, dalle ore 08:00 alle ore 13:00 in Pavia, probabilmente in Viale Partigiani 78. E’ obbligatoria l’iscrizione utilizzando i moduli disponibili sul sito www.csipavia.it/Modulistica Calcio Open Pavia - Vigevano - Calcio Giovanile e Minicalcio - Pallavolo.



Polizze integrative

(inserito il 28 Febbraio 2018)

Il Centro Sportivo Italiano, oltre alla tessera associativa con la totale copertura sia di responsabilità civile che di infortuni, nel rispetto di quanto indicato dalla legge, propone anche alcune altre utili modalità assicurative. Tra queste ricordiamo:

-   Copertura integrativa istituzionale: permette, a fronte di un premio assicurativo unitario di 15€, di estendere la tutela per gli atleti affiliati al CSI in possesso della tessera istituzionale.

-   Copertura integrativa volontari: permette, a fronte di un premio assicurativo unitario di 9.50€, di estendere la tutela per i tesserati con mansioni di dirigenti, operatori, collaboratori, volontari non dipendenti in possesso della tessera istituzionale.

E’ possibile attivare le coperture assicurative tramite la piattaforma online dedicata e disponibile all’indirizzo: www.marshaffinity.it/csi



Il nuovo governo del CSI di Pavia

(inserito il 11 Marzo 2016)

Giovedì 10 marzo 2016 alle ore 21, in seconda convocazione, si è riunita l'assemblea territoriale per l'esame del bilancio consuntivo 2015 e la votazione per l'elezione del governo del CSI di Pavia per il quadriennio 2016/2020. I lavori si sono svolti nel Salone Terzo Millennio della comunità "Casa del Giovane".

Erano presenti 66 società, pari al 56,89% delle aventi diritto.
Il bilancio consuntivo 2015 è stato approvato all'unanimità dei presenti.
Il governo del CSI di Pavia risulta affidato a:
Presidente: Contrini Sergio

Collegio dei Revisori dei Conti: 
Revisore effettivo: Galli Carlo
Revisori Supplenti: Dini Romano, Cassinari Giorgio

Composizione del Consiglio di Comitato, composto da 12 eletti:
Fasani Paolo, Vallone Isabella, Vicentini Barbara, Moschino Fortunato, Scappini Diego, Grossi Maurizio, Campari Massimo, Battaggia Adriano, Grassi Claudio, Grassi Piero, Ghiringhelli Maurizio, Crotti Giovanni Carlo.

Collaboratori del Consiglio di Comitato: 
Biscaldi Maurizio, Demarziani Massimo, De Rubeis Marco, Gatti Pietro, Bertoloni Daniele, Ariberti Paolo Marino, Canazza Giuseppe.

Il nuovo consiglio di comitato, allargato ai collaboratori dello stesso, è stato convocato per mercoledì 16 marzo 2016 alle ore 21 presso la sede provinciale di Viale Lodi 20 per l'attribuzione degli incarichi associativi.
Ai lavori dell'assemblea territoriale ha presenziato il presidente regionale Giancarlo Valeri, che ha portato il saluto del presidente nazionale Massimo Achini e il responsabile regionale arbitri Paolo Lattuada.



Tesseramento online manuale per Società sportive

(inserito il 21 Agosto 2015)

È disponibile sulla piattaforma del tesseramento online la nuova versione del manuale TOL destinato alle Società sportive.
La nuova versione, oltre ad altri piccoli adeguamenti, contiene due importanti novità:
La descrizione dettagliata per eseguire la affiliazione online.
Il nuovo metodo di pagamento tramite bonifico bancario tramite il sistema "MyBank".
Il manuale si può scaricare  direttamente dalla piattaforma oppure direttamente all'indirizzo internet http://tesseramento.csi-net.it/Modelli/Manuale%20TOL_LR.pdf



Il video: "La Pavia del 1945"

(inserito il 04 Gennaio 2015)

Su You Tube: www.youtube.com/user/csipavia e su Facebook: www.facebook.com/csipavia è caricato il video "La Pavia del 1945" proiettato in occasione della Convention di Comitato svoltasi a Palazzo Mezzabarba il 27 Settembre 2014.



MINISTERO GIUSTIZIA: NOTA SUL CERTIFICATO PENALE PER GLI OPERATORI COI MINORI

(inserito il 12 Aprile 2014)

Roma – 4 aprile 2014 – Con riferimento alla norma Decreto n.39/2014 (sulla lotta agli abusi ed allo sfruttamento dei minori, che prevede l’obbligo da parte del datore di lavoro del reperimento del certificato penale e del casellario giudiziale per coloro che svolgono attività che comportino contatti diretti e regolari con minori) il Ministero della Giustizia in una nota odierna ha comunicato quanto segue:

 

a) L’obbligo si applica solo a Società e Comitati del nostro circuito che si apprestano ad assumere dipendenti, collaboratori a busta paga o a fattura, che hanno un incarico di lavoro che comporti un contatto diretto e regolare con i minori.

Sono esclusi pertanto tutti i lavoratori dipendenti, collaboratori e professionisti che, pur prestando la loro attività presso un comitato, una Società Sportiva o un impianto sportivo, non istaurano rapporti diretti e continuativi con i minori.

 

b) Sono esclusi tutti i rapporti di volontariato ivi comprese le attività di diretto esercizio dello sport dilettantistico (es. allenatori, giudici, arbitri, ecc.) di cui all’art. 67 TUIR comma 1 lettera M, in quanto dette prestazioni non sono considerate rapporti di lavoro.

 

c) L’obbligo non riguarda i rapporti di lavoro già in essere alla data del 6/4/2014 ma solo quelli a seguire.

Per questi ultimi il datore di lavoro dovrà presentare alla Procura della Repubblica competente la richiesta del certificato penale del soggetto che intende impiegare al lavoro utilizzando il modello n.3 BIS – Casellario Giudiziale previo consenso del predetto soggetto.

Tenendo presente che il rilascio del certificato penale non è contestuale alla richiesta, il datore di lavoro può comunque procedere all’impiego con l’acquisizione di una dichiarazione del lavoratore che attesti l’assenza di sue condanne contro i minori.

« » page 2/2, result 11-19, 1–10 11–19



Centro Sportivo Italiano - Comitato Provinciale di Pavia
Viale Lodi, 20 - 27100 Pavia - C.F. 80014310181
www.csipavia.it - csipavia@csipavia.it